Vuoi smettere di fumare? Può aiutarti l’agopuntura


Il tabagismo è senza dubbio una dipendenza molto frequente nella nostra società, causa di danni sanitari, sociali ed economici, molto gravi. Secondo il Rapporto Nazionale sul Fumo 2018, sono 12,2 milioni i fumatori in Italia e rappresentano il 23,3% della popolazione. Si fumano in media 12 sigarette al giorno. Gli ex fumatori sono il 12,9% della popolazione.

Assai preoccupante è l’attuale diffusione in fasce di popolazione molto giovani, in cui il danno biologico è ancora più drammatico. I dati pubblicati in aprile mostrano come in Italia i ragazzi inizino a fumare già a 10 anni: nella fascia d’età tra i 13 e 15 anni fuma sigarette tradizionali un ragazzo su cinque, mentre si registra un boom per le sigarette elettroniche utilizzate dal 18%. Sono alcuni dei dati italiani raccolti nell’ambito del sistema di Sorveglianza Global Youth Tobacco Survey (Gyts), un’indagine che coinvolge 180 Paesi sull’uso del tabacco fra i giovani, promossa dall’Ufficio regionale per l’Europa dell’Organizzazione mondiale della sanità e che si svolge ogni 4 anni.

Per questo la Giornata Mondiale della lotta contro il fumo del 31 maggio è un momento importante per la salute della collettività e per l’impegno del singolo che vuole smettere di fumare.

fumo-anteprima

L’agopuntura può essere parte integrante in un programma multidisciplinare di liberazione dal tabagismo a diversi livelli:

  1. il primo, profondo, è il trattamento del disequilibrio energetico alla base del bisogno della sigaretta. La sigaretta infatti è il tentativo maldestro e controproducente del corpo di cercare di risolvere questo disequilibrio.
  2. Il secondo livello è un aiuto nel trattamento della dipendenza. L’agopuntura può essere di supporto per trattare l’atteggiamento di asservimento.
  3. Il terzo livello, molto importante, è quello del trattamento degli effetti collaterali che eventualmente possono sperimentati durante l’astinenza dal fumo: ansietà, insonnia, nervosismo, irritabilità, bulimia, e altri ancora.
  4. Infine interessante è l’aiuto dell’agopuntura nel processo di disintossicazione degli organi dai veleni assunti.

Un ciclo di agopuntura può essere utile in affiancamento ad un protocollo antifumo di tipo multidisciplinare.


baldi-alessandra

Alessandra Baldi